Viviamo in tempi bui, con la crisi galoppante che sembra non avere intenzione di andare via. Le spese quotidiane non mancano mai, ed in alcuni casi può essere necessario richiedere un prestito. Puoi rivolgerti alle banche, che però richiedono garanzie molto restrittive ed offrono condizioni poco vantaggiose. Società di finanziamento? Potrebbe essere una soluzione, poiché offrono prestiti più agevolati rispetto alle banche, il problema è che chiedono garanzie improponibili o insostenibili. Una strada percorribile è quella del lending crownfunding, cioè un prestito di denaro tra privati con tassi di interesse più agevolati, ma anche in questo caso gli ostacoli che possono presentarsi sulla strada sono parecchi. Cosa fare? Ti suggerisco una soluzione alternativa e ti spiego come ottenere dei prestiti impegnando dei beni di lusso.

Molte agenzie forniscono dei prestiti in cambio di beni di lusso, che possono essere libri di valore, oggetti in oro, orologi, argenteria, borse firmate, ecc. Queste agenzie agiscono come i tradizionali negozi di “compro oro”, che rilasciano una liquidità in seguito al pegno di un bene di lusso. L’oggetto viene attentamente controllato, dopodiché viene offerta una valutazione che può essere rifiutata oppure accettata. Per riscattare l’oggetto impegnato bisogna versare del denaro all’agenzia entro un determinato periodo di tempo. Ultimamente le agenzie si stanno concentrando soprattutto sui pegni delle borse firmate, ognuna delle quali impone dei tassi di interesse diversi ed ha un suo “modus operandi”. Scopriamo quali sono le più importanti che operano sul mercato a livello globale.

La Yes Lady nasce ad Hong Kong, ed è una delle prime aziende che si è lanciata in questa tipologia di mercato. L’azienda richiede borse firmate Gucci, Chanel, Hermès e Louis Vuitton, ed offre una valutazione in denaro che in alcuni casi può rappresentare l’80% del valore reale dell’oggetto. La borsa può essere riscattata entro 4 mesi con un tasso di interesse pari al 4%. Un team di esperti valuta la borsa per stabilirne il prezzo, controllando eventuali ammaccature, graffi e scuciture. Successivamente viene fatta un’offerta tenendo conto anche del suo valore attuale di mercato. Il cliente può accettare oppure rifiutare la proposta, ma se la borsa non viene riscattata entro il periodo prestabilito diventa di proprietà della Yes Lady.

Altra società molto importante è la Prestige Pawnbrokers, che ha sede in Gran Bretagna e tratta borse griffate Dolce & Gabbana, Mulberry, Alaya, Gucci, Louis Vuitton, Chanel ed Hermès. In questi casi si ha più tempo per ripagare la borsa, 7 mesi, ma il tasso di interesse è maggiore rispetto alla Yes Lady, cioè l’8,49%. La procedura è identica: un team di esperti valuta la borsa e fornisce una proposta, che può essere accettata o meno da parte del cliente.

Infine c’è la Picwick Jewellers & Pawnbrokers, che tratta prevalentemente borse di lusso. L’azienda offre delle modalità di trattative più flessibili e malleabili. La durata del prestito può essere concordata con il cliente stesso, tenendo presente anche il valore ed il marchio della borsa impegnata. Anche il tasso di interesse può variare a seconda dei vari casi, ed incide molto il valore effettivo della borsa, il suo stato di conservazione ed il brand di appartenenza.